Vai al contenuto
Cross Project
Danza

IL BOSCO CHE NON C’E’- NEVERWOOD

CROSS Project (IT)

Casa Mirabello - Ameno

26.06.2022 | ore 19.00
27.06.2022 | ore 19.00
28.06.2022 | ore 19.00
Durata: 90'

/

Costo: 10€

Prima Nazionale

In coproduzione con Perypezye Urbane 

In collaborazione con NABA – Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, Fondazione Piemonte dal Vivo, Ente di Gestione dei Sacri Monti / Sacro Monte di Orta San Giulio

Il bosco che non c’è è un percorso di ricerca e co-creazione che attraverso, il linguaggio poetico della performance e della danza, vuole affrontare il tema della percezione nel rapporto con il mondo naturale. La performance (digital & live) illumina le forze naturali che ci circondano e invita i partecipanti a navigare in uno spazio elastico (senza tempo) usando la percezione sensoriale extra quotidiana. In questo il mondo fisico viene rimosso per lo spaziore reti, processi e sistemi che sono al tempo stesso sublimi e fondamentali per la vita sulla terra. Lo spettacolo/installazione ha la potenza di una meditazione e la profondità di un abisso; è un percorso di avvicinamento alle pratiche del corpo e alla dimensione spirituale dell’uomo e del mondo che ci circonda a partire da un accompagnamento alla riflessione, individuale e collettivo, sulla fragilità dell’esistenza umana e sul cambiamento climatico. Attraverso l’esplorazione sensoriale, la meditazione e la contemplazione del bosco, si il mondo sperimentale che ci circonda e la sua natura nascosta (fatta di flussi, energia e di astratti).

Concept: Antonella Cirigliano e Angelo Benedetto
Testo e Mantra: Angelo Benedetto
Video: Stefania Carbonara
Creative technologist e rituali elettronici: Riccardo Mantelli
Assistente creative technologist: Soham Das
Sound designer: Guido Tattoni
Assistente sound designer: Natalia Polvani
Ricerca Suoni Live: Paolo De Santis
Special Effects: Filippo Maria Pontiggia
Performer: Francesca Cinalli, Elisa Sbaragli, Sabrina Saporiti, Matilda Deidda, Filippo Pontiggia, Paolo De Santis, Pablo Vicente con la partecipazione di Antonella Cirigliano e Angelo Bendetto
Scene e oggetti: Giulio Marco Olivero in collaborazione con Angelo Benedetto e Christian Beck

Si ringraziano
Mentore e direzione performer: Sara Topsoe Jensen
Set e Installazioni: Christian Beck
Costumi: Lucia Lapolla

Angelo Benedetto Cafà studia moda all’Accademia di Moda e Costume di Roma e lavora per alcuni anni nell’ambito della moda. Si ritira successivamente in un monastero buddista dove acquisisce consapevolezza e si specializza in tecniche di meditazione. Attraversa varie esperienze lavorative, dalla creazione di oggetti e mobili di design ricavati da materiali di riciclo e prosegue lo studio delle pratiche spirituali, olistiche e per la cura e la consapevolezza di sé. Da alcuni mesi collabora con CROSS Project per la creazione di spazi e ambienti dedicati alla performance sui temi della sostenibilità e del rispetto della natura.

Antonella Cirigliano vive e lavora tra Milano e Verbania sul Lago Maggiore. Laureata in Filosofia, da oltre 20 anni si occupa a livello professionale di ricerca teatrale e arti performative. E’ regista e curatrice di percorsi sensoriali, e direttore artistico di Festival e Rassegne con tema l’interazione tra varie pratiche espressive. È docente di Tecniche Performative per le Arti Visive in Naba, Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, dove insiste con una ricerca sui linguaggi del contemporaneo e le arti performative. Dirige CROSS Project a Verbania e Ameno con un programma di Festival, Residenze e Award.

This site is registered on wpml.org as a development site.