Vai al contenuto
Cross Project
Performance

Unending love, or love dies, on repeat like it’s endless

Alex Baczyński-Jenkins (PL/DE)

Teatro Il Maggiore Foyer - Verbania

24.04.2024 | Ore 18.00
Durata: 2 ore

/

Costo: €10

In collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo e Sant’Arcangelo Festival

Ingresso consentito per l’intera durata della performance.
Rimani quanto più preferisci.
CONTENUTI SENSIBILI: suoni o musiche ad alto volume.

Una coreografia che riflette sulle relazioni tra desiderio, danza, frammentazione, amore (inteso come comunità), perdita e tempo. Attraverso il gesto, la sensualità, il tocco, l’interdipendenza e la connessione, la pratica di Baczyński-Jenkins dispiega strutture e politiche del desiderio. Unending love, o love dies, on repeat like it’s endless si concentra sugli stati di percezione alle soglie del lutto, della speranza e della celebrazione. Un ascolto radioso che nasce dal dolore e si confronta con lo stato di transito dalla vita alla morte. Significati e percezioni si gonfiano, si disfano e si frammentano mentre la coreografia si impegna nell’invenzione di microgrammi di connessione. La performance manifesta forme relazionali di essere con e per l’altrƏ, nonostante e in resistenza alle architetture schiaccianti della violenza. Il lavoro viene eseguito in varie costellazioni da uno a quattro interpreti. La performance traccia una relazione tra sensazione e socialità, espressività e alienazione, trame dell’esperienza quotidiana, utopie e influenze queer.

Coreografia: Alex Baczyński-Jenkins
L’iterazione al Cross Festival è interpretata da: Nancy Naser Al Deen e Ronald Berger
Sviluppato in collaborazione con: Aaa Biczysko, Arad Inbar, Beverly D. Renekouzou, Thomias Radin, interpretato anche da Samuel F. Pereira.
Sound design e consulente artistico: Krzysztof Bagiński
Suono dal vivo: Michal Chrul
Contributi sonori: Zoi Michailova
Drammaturgia: Andrea Rodrigo
Assistenza alla scenografia: Anna Posch
Poesia: Ezra Green
Grazie a: Jacqueline Sobiszewski, Dareen Abbas, Thibault Lac
Produttore esecutivo: Holly Shuttleworth
Direttore di studio: Andrea Rodrigo
Responsabile dello studio: Sarie Nijboer
Tour manager: Anna Posch
Consulente di gestione: Rui Silveira
Distribuzione: Something Great

Alex Baczynski-Jenkins è un artista e coreografo interessato ai temi dell’affettività, della corporeità e delle relazioni queer. Nasce a Londra nel 1987 e attualmente vive e lavora a Berlino. È co-fondatore del collettivo femminista e queer Kem di Varsavia alla ricerca di  nuovi approcci alla coreografia, alla performance, al suono e alla pratica sociale. Ha presentato i suoi lavori in numerosi contesti internazionali come Biennale di Venezia, Foksal Gallery (Varsavia), Migros Museum für Gegenwartskunst (Zurigo), Chisenhale Gallery (Londra), Palais de Tokyo (Parigi), Museum of Modern Art (Varsavia), Swiss Institute (New York), Muzeum Sztuki (Łódź, Polonia), deSingel (Anversa) e Arsenic (Losanna). Nel 2018 ha ricevuto l’Arts Foundation Award e il Frieze Artist Award, nel 2021 ha vinto l’Anti festival international prize for live art.

Scopri altri eventi

SE DOMANI_studio

Elisa Sbaragli (IT)

Performance

Villa Simonetta, Verbania

01.06.2024 | ore 17.00
02.06.2024 | ore 15.00

Speaking cables

DISPOSITIVO COREOGRAFICO PER VOCE, CAVI E ALTOPARLANTI

Agnese Banti (IT)

Performance

Chiesa di Santa Marta - Verbania

30.05.2024 | ore 21.00
31.05.2024 | ore 21.00

STUPOROSA

Francesco Marilungo (IT) / Körper

Performance

Teatro Il Maggiore - Verbania

02.06.2024 | ore 19.00

UMMN
Una maestosa macchina narrativa

2501 aka Jacopo Ceccarelli (IT)

Performance

Atelier Casa Ceretti, Verbania

24.05.2024 | 16.00 - 18.00 (Open studio)
30.05.2024 | 16.00 - 18.00 (Open studio)
01.06.2024 | ore 18.00 (Performance)